Quando la nave salpa

«Quando la nave salpa per un po’ si rimane a poppa
a guardare il molo che si allontana.
Possiamo rimanerci pochi minuti o anche un’ora,
dipende da cosa lasciamo.
Poi andiamo a prua,
e allora il vento ci si infila sotto la giacca
e ci scompiglia i capelli.
È quello il momento in cui il nuovo viaggio ha veramente inizio.»

 – Paolo Ganz, “Piccolo taccuino adriatico” –

 

Colpisce aver vissuto sta roba qua e poi ritrovare le stesse emozioni scritte da un altro… Il mare parla una lingua che molti comprendono.
[Grazie a Siu per la segnalazija]

Share & like:

Un pericolo meno ignoto. Pioggia senza vento uscendo da Sali

[Non ricordo chi raccontava che i marinai “quelli veri” sentono la burrasca in arrivo nell’odore dell’aria, diverse ore prima che arrivi] Sulla rotta Ravenna-Spalato facciamo tappa a Sali per fare dogana, sempre coi tempi indefiniti dettati dalla quasi proverbiale solerzia delle forze di polizia croate. Ma prima o poi dovremo…

Continue reading